Penelope Cortesi si aggiudica il 40º Pavone d'Oro

Penelope Cortesi si aggiudica la vittoria.
Andrea Veronica Orsini vince la categoria C.

I vincitori sono stati decretati ieri sera da una giuria di esperti. I vincitori delle categorie A, B1 e B2 sono: Francesco Peroni, Sara Calamelli e Angie Paganelli. 

Si è conclusa ieri sera in piazza Nenni a Faenza la 40a edizione del Pavone D’Oro. Dopo oltre un anno e mezzo di stop una giuria di super esperti presieduta dall’artista e musicista Pape Gurioli (e composta da Federica Balucani, Marcello Romeo, Giordano Sangiorgi, Giuseppe Zanca, Barbara Bandini, Rita Fabbri, Emil Spada, Gioia Gurioli e Paola Bedei) ha finalmente decretato i vincitori della kermesse canora ideata nel 1969 dal prete ‘rock’, don Italo Cavagnini. 

Ad aggiudicarsi l’ambitissimo piatto in ceramica realizzato per l’occasione dal ceramista faentino Goffredo Gaeta è stata la diciottenne bagnacavallese Penelope Cortesi con il brano ‘Hunger’ di Florence + The Machine. A Penelope, premiata dal sindaco di Faenza Massimo Isola,  è andato anche un premio speciale messo a disposizione dal Mei. “E’ una gioia e un onore per me poter consegnare questo premio – ha sottolineato Isola – specie in un momento come questo, dove è così importante il ritorno alla socialità”. Sul palco anche l’ex sindaco Giovanni Malpezzi che per oltre dieci anni ha seguito con calore la manifestazione.


Ad aggiudicarsi la vittoria della
categoria C è stata invece Andrea Veronica Orsini con “When I was your man” di Bruno Mars. Gli altri vincitori sono : Francesco Peroni con il celeberrimo “Vecchio frack” per la categoria A,Sara Calamelli con una splendida interpretazione di “All eyes on me” per la Categoria B1 e Angie Paganelli con “It’s a man’s world” per la Categoria B2.


Nel corso della serata sono stati  consegnati anche i tre premi speciali “Simpatia”, “Critica e “Fedeltà”, assegnati dall’organizzazione . Momento particolarmente toccante è stata la consegna del
Premio “Simpatia” a Linda Donati, intitolato quest’anno a Maurizio “Re” Tramonti, presentatore di tantissime edizioni del Pavone D’Oro e presenza costante della manifestazione, scomparso lo scorso agosto. A consegnare il premio è stata la moglie dello storico mattatore, Gilda Cossa, a cui è stato dedicato anche un commovente cameo.  E’ stato poi il momento del Premio della Critica (intitolato a Giancarlo Alboni), consegnato a Matilde Montanari e del Premio Fedeltà (intitolato a Domenico Bendoni) vinto da Lucia Fragano.

 

Le foto della serata sono già disponibili nella sezione fotogallery

Tutte le esibizioni sono state accompagnate rigorosamente dal vivo dal “coro dei grandi” formato da Sara Zannoni, Clarissa Nicoletto, Simone Leonardi ed Eugenia Stefani - che ha supportato le performance musicali delle categorie B1, B2 e C, dal ridotto (per necessità di distanziamento) Coro delle Voci Bianche del Pavone d’Oro, diretto da Daniela Peroni, e dalla big band composta da:

- M° Gabriele Bertozzi (piano e tastiere)
- Filippo Foschini (batteria)
- Davide Montanari (chitarra acustica ed elettrica)
- Simone Cattani (piano e tastiere)
- Federico Domenicali (basso)
- Gabriele Andrini (chitarra acustica e fiati)


A condurre la serata sono stati Enrico Palli, Mattia Delpopolo e Giulia Toschi.

La manifestazione, organizzata dall’Associazione culturale “Il Pavone d’Oro” con il patrocinio del Comune di Faenza è stata possibile grazie alla collaborazione di Faenza C’entro e al contributo di: Coop. Clai, Gruppo Conad (Super Conad Arena, Cofra, Supermercato La Filanda, Supermercato Garibaldi), BCC Credito Cooperativo Ravennate Forlivese e Imolese, Caffè Poli, Confartigianato e Avis.


Media partner della manifestazione: Horizon srl.

News: